imageSabato 12 dicembre alle ore 23 i giovani della diocesi si ritroveranno in Viale Buon Cammino davanti all’ex-carcere per dare inizio alle celebrazioni del Giubileo della Misericordia. Lo faranno attraverso una fiaccolata che li guiderà verso piazza Palazzo, dove si fermeranno per ascoltare l’annuncio del Vangelo e la bolla di indizione dell’anno Santo. Guidati dall’Arcivescovo si recheranno innanzi alla porta laterale della Cattedrale che verrà solennemente aperta allo scoccare della mezzanotte. Dopo il breve rito iniziale si entrerà nel duomo per la celebrazione della Santa Messa.
La pastorale giovanile, insieme al coordinamento per gli oratori e alla consulta delle associazioni e dei movimenti giovanili, ha deciso di iniziare l’anno Santo con un duplice segno che offre a tutta la città e alla Chiesa Diocesana. Il primo segno è proprio quello di incontrarci davanti all’ex-carcere. L’appuntamento vuole ricordare a tutti la forza risanatrice della Misericordia. Il perdono riabilita, rieduca e ti apre ad una nuova possibilità. Darci appuntamento davanti al vecchio penitenziario della città interrogherà i presenti su questa profonda verità della nostra fede cristiana. Il secondo segno è il cammino con le fiaccole. La Misericordia di Dio accende nella nostra vita una luce di pace e di amore capace di guidarci e illuminarci.
Grazie alla consulta la PG ha deciso però di offrire un ulteriore segno. Attraverso tutti i ragazzi che frequentano le nostre comunità, vogliamo invitare anche tutti coloro che sono lontani dalle nostre celebrazioni a condividere il momento storico dell’apertura di un Giubileo straordinario. Tutti i gruppi sono impegnati a preparare un “fiammifero” da personalizzare con un invito e nei giorni che precedono l’evento di distribuirlo ad amici e coetanei per invitarli ad “Accendere la luce” di gioia e di pace.
Alcuni gruppi di giovani si daranno appuntamento in tre luoghi diversi e dopo un breve momento di accoglienza e di incontro si sposteranno insieme con le fiaccole già accese verso viale Buon Cammino. Questi tre punti saranno il convento dei frati di San Mauro e la parrocchia di S.Eulalia alla Marina e la Mensa Caritas del Centro Giovanni Paolo II in viale Fra Ignazio.
Durante la fiaccolata i giovani saranno accompagnati da tanti sacerdoti che saranno a disposizione per le confessioni o un breve colloquio. Anche durante la celebrazione della santa messa in cattedrale i presenti potranno accostarsi al sacramento della penitenza.