30 Aprile 2015Diocesi

giovanni canestri sitoMercoledì 29 aprile 2015 è morto a Roma, all’età di 96 anni, il Cardinale Giovanni Canestri. Fu arcivescovo di Cagliari dal mese di aprile del 1984 a settembre del 1987.

I funerali si terranno sabato 2 maggio alle 8.30 nella Basilica di San Pietro a Roma. Come di consuetudine, al termine della celebrazione eucaristica, il Santo Padre Francesco presiederà il rito dell’Ultima Commendatio e della Valedictio. Sarà presente anche una delegazione della diocesi di Cagliari guidata dal vescovo Arrigo Miglio. La salma del presule sarà poi tumulata presso la Cattedrale di San Lorenzo a Genova, dove è prevista la celebrazione lunedì 4 maggio alle ore 16.

Mercoledì 6 maggio alle ore 20, nella cattedrale di Cagliari, monsignor Arrigo Miglio celebrerà la santa Messa in suffragio.

 


Giovanni Canestri nacque a Castelspina (Alessandria) il 30 settembre 1918. Dopo la licenza elementare entrò nel seminario vescovile di Alessandria dove conseguì la maturità classica. Continuò gli studi all’Università Lateranense ottenendo la laurea in teologia. Il 12 aprile del 1941 fu ordinato sacerdote da mons. Luigi Traglia. Iniziò il suo apostolato come viceparroco in diverse borgate romane, senza interrompere gli studi si laureò in utroque iure e in lettere. Lavora ancora in parrocchia fino al 1959 quando papa Giovanni XXIII lo responsabilizza della vita spirituale degli studenti del seminario Romano Maggiore.

Ancora Giovanni XXIII lo nomina vescovo titolare di Tènedo con l’incarico di vescovo ausiliare del cardinale vicario. Ordinato vescovo da mons. Traglia il 30 luglio 1961, si occupa della zona Est della capitale.

Nel 1971 papa Paolo VI lo nomina vescovo di Tortona, ma nel 1975 lo richiama a Roma, col titolo di arcivescovo di Monterano, quale vicegerente e collaboratore del cardinale Ugo Poletti.

Papa Giovanni Paolo II lo designa nel 1984 arcivescovo di Cagliari, succedendo a mons. Giuseppe Bonfiglioli. A Cagliari lo accoglie l’ausiliare Piergiuliano Tiddia. Non appena questi viene trasferito all’archidiocesi di Oristano, ottiene la nomina di vescovo ausiliare, col titolo di Cartenna, il vicario generale della diocesi di Cagliari Tarcisio Pillolla. I due lavorano fianco a fianco ma per poco tempo, appena un anno dopo, in data 24 giugno 1987, Giovanni Paolo II nel nono anno del suo pontificato, trasferiva l’arcivescovo Giovanni Canestri alla sede arcivescovile di Genova-Bobbio.

Eventi ecclesiali nel corso dell’episcopato di Giovanni Canestri
– Celebrò la prima giornata mondiale della gioventù a livello diocesano nella domenica delle palme del 1985
– Accolse la visita di Papa Giovanni Paolo II in Sardegna (18-20 ottobre 1985)
– Accolse la visita della Beata Madre Teresa di Calcutta (settembre 1986)
– Annunciò la celebrazione del Concilio plenario sardo (aprile 1987)

Fondazione di nuove parrocchie
1. Madonna di Lourdes in Capoterra (Poggio dei Pini), il 1 gennaio 1985
2. Sacra Famiglia, in Cagliari, il 1 gennaio 1986
3. San Luca, in Quartu S. Elena (Margine Rosso), il 1 gennaio 1986
4. San Giovanni evangelista, in Quartu S. Elena, il 1 giugno 1986
5. San Tarcisio martire, in Pirri/Selargius, il 1 giugno 1986

Ordinazioni sacerdotali
1. Don Sergio Manunza, 10 novembre 1984
2. Don Marcello Contu, 8 dicembre 1984
3. Don Luigi Zuncheddu, 8 dicembre 1985
4. Don Federico Locci, 22 agosto 1987
5. Don Antonio Serra, 29 agosto 1987
6. Don Fabio Trudu, 5 settembre 1987
7. Don Giancarlo Dessì, 12 settembre 1987