route nazionale agesciSi terrà dal 1 al 6 agosto 2014 la Route nazionale i Rover e le Scolte dell’Agesci. 30.000 giovani dai 16 ai 21 anni, ragazzi e ragazze provenienti da quasi 1.500 differenti gruppi locali delle 20 regioni italiane, cammineranno a piedi, zaino in spalla, sulle strade di coraggio d’Italia, per poi ritrovarsi a San Rossore, in provincia di Pisa. Prenderanno vita 456 campi mobili in tutte le regioni d’Italia, dove gruppi di diverse regioni si incontreranno e scambieranno le proprie esperienze.

In Sardegna, 14 gruppi locali ospiteranno 28 gruppi provenienti dalle diverse regioni italiane. Oltre 650 scout si ritroveranno in 12 località dell’isola da dove partiranno per conoscere le diverse realtà della nostra regione che hanno come unico filo conduttore il coraggio. Queste comunità gemellate, provenienti da realtà differenti, si confronteranno e condivideranno le loro esperienze, partendo zaino in spalla, alla volta di San Rossore: sei giorni di cammino per le strade d’Italia che li condurranno verso la “città delle tende” nel parco regionale scelto per la grande festa.

 

Mons. Arrigo Miglio, arcivescovo di Cagliari e presidente della Conferenza episcopale sarda, a nome di tutti i vescovi, ha inviato un messaggio ai partecipanti.

Carissimi Rover e Scolte della Route Nazionale,

a nome mio, degli altri Vescovi della Sardegna e di tanti sacerdoti che sono stati e sono tuttora assistenti scout, vi rivolgo il più cordiale benvenuto con l’augurio di Buona Strada sui sentieri della nostra Regione.

Parecchi di noi devono molto allo scautismo, come uomini e come sacerdoti, e ricordano con gioia la tenda, lo zaino, la strada e il cielo stellato.

Il tema della vostra Route Nazionale, “Strade di Coraggio…diritti al Futuro”, contiene due parole, coraggio e futuro, che hanno impregnato da secoli persone e luoghi di questa terra: lo potrete scoprire voi stessi camminando come sapete fare sempre, con gli occhi ben aperti e il cuore sempre pronto ad incontrare quanti si trovano sulla vostra strada. Vi auguriamo di attingere a piene mani alle riserve di coraggio che ancora conserviamo: quello che si vede e quello tuttora nascosto nelle miniere inesauribili del cuore dei Sardi. Anche la voglia di futuro è grande, nonostante tutto, e il vostro passaggio ci aiuta ad accrescerla.

Tra le tante strade di coraggio che si aprono davanti a voi vi auguriamo di non tralasciare mai quella dove si cerca la felicità, con il coraggio di ricominciare da capo quando vi accorgeste di aver sbagliato direzione. BP c’è riuscito!

Ancora Buona Strada a ciascuno di voi: vi accompagnano Nostra Signora di Bonaria, Patrona della Sardegna e S. Paolo, Patrono della Branca R/S, che fu pellegrino su queste stesse strade quando attraversò il mare per portare il Vangelo nella Penisola Iberica, ai confini del mondo allora conosciuto. Vi conceda il Signore il coraggio di Maria, di Paolo e di tutti i nostri amici Santi, in particolare di Chiara e di Francesco, con la sua Benedizione.

Cagliari, 1 agosto 2014

+ Arrigo Miglio